Biografia I film FotografieVideoinstallazioni

Rino - La mia ascia di guerra




di Andrea Zambelli

con
RINO BONALUMI
LINA ZILIANI
ANDREA ZAMBELLI

Sceneggiatura
ANDREA ZAMBELLI
CHIARA CREMASCHI

Fotografia
ANDREA ZAMBELLI
ANDREA ZANOLI

Montaggio ILARIA FRAIOLI

Suono VITO MARTINELLI

Aiuto regia
LUNA PEDRINI
CAMILLE DUGAY

Musiche
WALTER BUONANNO
GIULIO CICCIA

prodotto da METAVISIONI/LAB80FILM/ROSSOFUOCO
http://lamiaasciadiguerra.it/

durata: 54’
origine: Italia, 2015
supporto di proiezione: DCP
distribuzione: LAB80 Film http://www.lab80.it/
Festival: 33° Torino Film Festival – Italiana Doc

Andrea da bambino aveva un eroe: “il Rino”. Rino è stato il mentore di Andrea. Partigiano, comunista: diverso da tutti. Da anni Andrea pensava a un film su Rino partigiano. Ma oggi Rino non può più raccontare: ha il morbo di Alzheimer. Andrea comincia a rivedere le decine di cassette con registrate le storie dell’amico, trova documenti e filmati Super 8 di Rino emigrato in Svizzera. Il rapporto di Andrea con Rino cambia, l’”eroe” di ieri è oggi un uomo da accudire, Andrea deve affrontare la propria nuova fase, la maturità. Anche il progetto filmico cambia direzione: sarà più complesso, più profondo, più sofferto.

‘Apro armadi e fascicoli, trovo vecchie pellicole girate da lui. Riguardo le vecchie cassette cercando un uomo e non solo l’eroe. Fra dieci anni, quindici anni, vent’anni, non so quanto campi ancora? Magari campi ancora trent’anni…
Mi metto in viaggio in cerca di Rino.
Qualcuno ha scritto che le storie sono asce di guerra da disseppellire. Questa è la mia.’
Andrea Zambelli

Andrea Zambelli è nato a Bergamo nel 1975. Si laurea nel 2001 al DAMS Bologna con una tesi sui modelli di produzione a basso costo nel cinema indipendente. Nel 1999 consegue il diploma di operatore digitale alla Palazzina di Imola, nell'ambito di un corso FSE.

Lavora sui documentari di creazione dal 2000.

Nel 2003 è assistente alla regia per il film “Dopo mezzanotte” di Davide Ferrario, collaborazione che prosegue nel film “La strada di Levi”, in cui firma la parte girata nella Repubblica Moldava.

“Di madre in figlia” (2008), prodotto da Rossofuoco, è stato l'unico documentario italiano selezionato al “Toronto International Film Festival 2008”.

Il suo ultimo film “Striplife” (2013), girato interamente sulla striscia di Gaza con il collettivo Teleimmagini e vincitore del Premio Speciale della Giuria al 31° TorinoFilmFestival, ha partecipato a numerosi festival internazionali.

Zambelli fa parte della generazione di filmmaker che ha costruito la sua poetica sulla specificità della ripresa digitale: la sua camera arriva dove una troup tradizionale farebbe fatica a lavorare, privilegio tecnico che gli permette di avvicinarsi in maniera intima ai soggetti dei suoi film.

 

 

© 2010 rossofuoco c/o fargo film | via della Rocca, 34 - 10123 Torino (TO) - Cookie Policy
Privacy Policy