Biografia I film Gli scritti Fotografie

La strada di Levi


sceneggiatura Davide Ferrario, Marco Belpoliti
fotografia Gherardo Gossi, Massimiliano Trevis
montaggio Claudio Cormio
musica Daniele Sepe
produttore Davide Ferrario
produzione Rossofuoco, Rai Cinema, con il contributo del MBAC
distributore 01 DISTRIBUTION
vendite estere ADRIANA CHIESA ENTERPRISES
paese Italia
anno 2006
durata 92'
aspect ratio 16/9
uscito in sala 19/01/2007
premi e festival CINEMA - FESTA INTERNAZIONALE DI ROMA 2006: Cinema 2006: In Concorso
DOCUMENTARY FILM FESTIVAL AMSTERDAM 2006: In Concorso
THE TIMES BFI LONDON FILM FESTIVAL 2006: Cinema Europa
TORONTO INTERNATIONAL FILM FESTIVAL 2006: Real to Reel

Il 27 gennaio 1945, Primo Levi, autore dell'universalmente noto Se questo è un uomo, venne liberato dal campo di concentramento di Auschwitz. Gli furono necessari dieci mesi, dozzine di giri tortuosi, molti ritardi e migliaia di chilometri per tornare a casa, a Torino.

Nel corso del lungo viaggio, Levi attraversò la Polonia, l'Ucraina, la Bielorussia, la Moldavia, la Romania, l'Ungheria, la Slovacchia, l'Austria, la Germania per giungere, finalmente, in Italia. Raccontò la storia delle sue avventure, degli incontri e le sue riflessioni in un altro famosissimo libro, La Tregua.

Sessant' anni più tardi, il regista Davide Ferrario e lo scrittore Marco Belpoliti seguono lo stesso itinerario attraverso l'Europa post-comunista di oggi. È un viaggio sorprendente e commovente attraverso la storia e la geo-politica.  Il film ricostruisce l'avventura di Levi ma ritrae, al contempo, le condizioni dei moderni europei, visitando i resti dell'impero sovietico, Chernobyl, raduni neo-nazisti, villaggi di poveri emigranti.

La strada di Levi è un road movie senza attori. "Noi, come Primo Levi allora, viviamo oggi al termine di una tregua... Per Levi si trattava della tregua tra la fine della Seconda Guerra Mondiale e l'inizio della Guerra Fredda; per noi è quella tra la caduta del muro di Berlino e l'11 settembre 2001. Nel nostro film non abbiamo trovato la risposta a cosa ci aspetta. Ci siamo solo messi in viaggio, per incontrare persone,  senza preconcetti, per comprendere i paradossi in cui noi europei stiamo vivendo"
(Davide Ferrario, Marco Belpoliti).


La strada di Levi - Immagini e parole dal film
2007 edizioni Marsilio

vai alla pagina >






© 2010 rossofuoco c/o fargo film | via della Rocca, 34 - 10123 Torino (TO) - Cookie Policy
Privacy Policy